Rivista di filosofia
Journal of Philosophy
ISSN 2420-9775
Anno VI, N. 16
Online 03/11/2020
Immagine di copertina
di Bianca Roselli
Mimesis Edizioni

Cookie banner
Cookie Banner – CSS

Newsletter / Newsletter

Passione per la conoscenza P. Dorfles, G. Giorello, G. Vattimo

Who is afraid of the passion of knowledge? The dialogue moderated by Piero Dorfles which sees Giulio Giorello and Gianni Vattimo as protagonists seems to weave the canvas of the discourse starting from this question on which it is not difficult to see the tendency of politics – as art of doing – increasingly distant and annoyed by the desire for knowledge – as critical thought and instrument of freedom – but, in other respects it seems close to the idea of knowledge as technical-scientific competence at the service of the economy and profit. Recalling the case of Galilei, a well-known lover of knowledge even though in contrast with authority, they subsequently examine the possible convergence or divergence today between virtue and knowledge, science and society, usefulness and danger of science in view of the future repercussions of the results of research and its fields of application. Finally, they focused on the easy access to online information – an infinite source of material – and the need to decipher the meaningful content, all similarly and equally important in the insignificance of scientific value.

KEYWORDS: Passion of knowledge, Virtue, Information, Politics, Authority

 

A chi fa paura la passione per la conoscenza? Il dialogo, moderato da Piero Dorfles, che vede come protagonisti Giulio Giorello e Gianni Vattimo sembra tessere le tela del discorso partendo da questo interrogativo, nel quale non è difficile scorgere la tendenza della politica – come arte del fare – sempre più lontana e indispettita dal desiderio del sapere – come pensiero critico e strumento di libertà – ma, per altri versi vicina all’idea della conoscenza come sapere tecnico-scientifico al servizio dell’economia e del profitto. Rimembrando il caso di Galilei, noto appassionato della conoscenza pur in contrasto con l’autorità, si esamina successivamente la possibile convergenza o divergenza oggi tra la virtù e la conoscenza, scienza e società, utilità e pericolosità della scienza in vista delle ripercussioni future dei risultati della ricerca e i suoi campi di applicazione. Infine, viene posta l’attenzione sul facile accesso all’informazione in rete – sorgente infinita di materiale – e sulla necessità di decifrare il significante tra i contenuti, tutti parimenti e indistintamente importanti nell’insignificanza del valore scientific.

PAROLE CHIAVE: passione per la conoscenza, virtù, informazione, politica, potere

Leggi l’articolo in PDF