Rivista di filosofia
Journal of Philosophy
ISSN 2420-9775
Anno V, N. 13
Online 29/03/2019
Mimesis Edizioni

Cookie banner
Cookie Banner – CSS

Newsletter / Newsletter

Re-voir, Re-verie: una palingenesi del corpo filmico B. Roberti

Il saggio si muove intorno all’idea di una revisione del corpo filmico, del simulacro schermico, intesi come velo, maschera, effigie, sembiante, corpo sottile del sogno-rêverie, rintracciandola nella poetica di cineasti come Julio Bressane, Manoel De Oliveira, Raul Ruiz. In questo orizzonte entra in gioco una genealogia del corpo sottile e della ‘proiezione’ onirica che parte dall’immaginazione romantica e arriva a una concezione della ‘visione’ che trova nel surrealismo e nella psicoanalisi due intense costellazioni di lavoro sul corpo delle immagini.

PAROLE CHIAVE: corpo filmico, simulacro, Julio Bressane, Manoel De Oliveira, Raul Ruiz

Scarica PDF

 

The essay moves around the idea of a review of the film body, the simulacrum schermico, meaning veil, mask, likeness, semblance, the subtle body of the dream-rêverie, finding it inside the poetics of filmmakers like Julio Bressane, Manoel De Oliveira, Raul Ruiz. In this horizon comes in a genealogy of the subtle body and the dreamlike ‘projection’ starting from romantic imagination to a concept of ‘vision’ finding in surrealism and psychoanalysis two intense work constellations on the body image.

KEYWORDS: film body, simulacrum, Julio Bressane, Manoel De Oliveira, Raul Ruiz