Rivista di filosofia
Journal of Philosophy
ISSN 2420-9775
Anno VI, N. 16
Online 03/11/2020
Immagine di copertina
di Bianca Roselli
Mimesis Edizioni

Cookie banner
Cookie Banner – CSS

Newsletter / Newsletter

Esperienza estetica, mimesis, testimonianza R.W.H. SAVAGE

In questo articolo, si stabilisce una relazione tra l’esigenza che, secondo Paul Ricoeur, la mimesis pone rispetto al nostro modo pensare la verità, e l’idea che l’opera d’arte sia un modello per pensare la testimonianza. Attribuendo all’opera dell’immaginazione un’epoché della realtà, si evita l’impasse che nasce quando si attribuisce la distanza – che la musica, la letteratura e l’arte prendono dalla realtà – alla loro emancipazione sociale. Esaminare la congiunzione, nell’esperienza estetica, di comunicabilità ed esemplarità dell’opera d’arte, rivela come la definizione di Ricoeur della mimesis come rifigurazione riguardi la ‘regola’ reclamata dall’opera. Questa ‘regola’ costituisce la soluzione ad un problema o a una questione per la quale la risposta è l’opera stessa. In conclusione, un modello per pensare la testimonianza può essere trovato nelle opere d’arte, che, a loro volta, trovano la loro controparte nelle ingiunzioni prodotte dalle azioni esemplari dal punto di vista morale e politico.

PAROLE CHIAVE: Esperienza estetica, mimesis, giudizio, testimonianza, musica

Scarica PDF


In this article, I relate the demand that Paul Ricoeur suggests mimesis places on the way we think about truth to the idea that the work of art is a model for thinking about testimony. By attributing a work’s epoché of reality to the work of imagination, I resolve the impasse that arises from attributing music, literature, and art’s distance from the real to their social emancipation. Examining the conjunction, in aesthetic experience, of the communicability and the exemplarity of a work reveals how Ricoeur’s definition of mimesis as refiguration relates to the ‘rule’ that the work summons. This ‘rule’ constitutes the solution to a problem or question for which the work is the answer. In conclusion, as a model for thinking about testimony, the claims that works make have a counterpart in the injunctions that issue from exemplary moral and political acts.

KEYWORDS: Aesthetic experience, Mimesis, Judgment, Testimony, Music