Rivista di filosofia
Journal of Philosophy
ISSN 2420-9775
Anno IV, N. 10
Online 26/02/2018
Mimesis Edizioni

Cookie banner
Cookie Banner – CSS

La neuroestetica e il problema del bello nell’arte B. Cioce

The main point of the article is how is it possible to define beauty according to a neuroesthetic paradigm. Considering some pioneristic studies such as Zeki’s ones, we tried to outline a neuroesthetic conceptual frame, apt for describing the experience of beauty. First of all we tried to pave the way for describing the experience of beauty by focusing on esthetic experience. Then we tried to underline the difference between experience of beauty and experience of art, even if they are always in relation to each other. Finally, we focused on some issues regarding some recent studies which aim at defining beauty.

KEYWORDS: Neuroesthetics, Beauty, experience, Art, Neuroscience

 

Il problema da cui l’articolo prende le mosse è quello della definizione del bello entro un paradigma neuroestetico. Considerando alcuni studi, come quelli pionieristici di Zeki, abbiamo cercato di ripercorrere la formulazione di un paradigma neuroestetico. Prima di tutto abbiamo cercato di esporre come si giunga ad una descrizione neuroestetica del fenomeno della bellezza a partire dalla descrizione dell’esperienza estetica in sé. Abbiamo poi cercato di distinguere esperienza di bellezza ed esperienza dell’arte, sebbene esse siano pressoché costantemente in relazione nella letteratura di cui ci siamo avvalsi. Infine abbiamo messo in luce questioni legate al tentativo di alcuni studi di neuroestetica mirati al raggiungimento di una definizione della bellezza.

PAROLE CHIAVE: Neuroestetica, bellezza, esperienza, arte, neuroscienze

Leggi l’articolo in PDF