Rivista di filosofia
Journal of Philosophy
ISSN 2420-9775
Anno IV, N. 11
Online 30/06/2018
Mimesis Edizioni

Cookie banner
Cookie Banner – CSS

Dalla zona grigia alla violenza.
La letteratura come strumento di comprensione.
L. Romano

The knowledge of complexity is a part of studies on the relationship between violence and literature. The work of Melville, Dostoevskij, Primo Levi and Hannah Arendt gives to the readers of their novels or essays a chance to point up the importance of the not exhaustiveness of the moral definitions.

KEYWORDS: Violence, Primo Levi, Melville, Dostoevskij, Literature.

 

Per comprendere e distinguere la violenza, in un’epoca estremamente stratificata e complessa, è necessario ripensare la violenza in base a parametri nuovi per i quali forse è necessaria la complessità del racconto letterario. In questo senso il lavoro di Melville, di Dostoevskij o degli intellettuali Primo Levi e Hannah Arendt, riescono a fornire strumenti idonei per comprenderne la radice e la complessità.

PAROLE CHIAVE: Violenza, Primo Levi, Melville, Dostoevskij, letteratura.

Leggi l’articolo in PDF