Rivista di filosofia
Journal of Philosophy
ISSN 2420-9775
Anno IX, N. 23,
Online 31/12/2023
Immagine di copertina
di Bianca Roselli
Mimesis Edizioni

Cookie banner
Cookie Banner – CSS

«Se una città si erge fino al cielo come una montagna, quella città sarà ridotta a un mucchio di rovine».
Origine, immagine e percezione della città in Mesopotamia
S. Graziani

The very idea of what we may define ‘city’ was born in Mesopotamia at the end of the fourth millennium BCE. With the aid of the cuneiform sources, especially the literary ones, the present paper focuses on the image and perception of the city in the ancient Mesopotamian culture.
Special attention will be given to Babylon, the imperial capital of Neo-Babylonian empire in the first millennium BCE, «the glory of the Chaldeans’ pride» and a very ‘city of the Bible’.

KEYWORDS: Ancient Near East, Mesopotamia, cuneiform sources, cities, Babylon

 

L’idea di ciò che noi possiamo definire ‘città’ è nata in Mesopotamia, alla fine del quarto millennio a.C. Con l’ausilio di fonti cuneiformi, soprattutto letterarie, questo contributo si concentra sull’immagine e sulla percezione della città, nell’antica cultura mesopotamica. Un’attenzione particolare sarà riservata a Babilonia, capitale imperiale dell’impero neobabilonese nel primo millennio a.C., «gloria dell’orgoglio caldeo» e vera e propria ‘città della Bibbia’.

PAROLE CHIAVE: Vicino Oriente antico, Mesopotamia, fonti cuneiformi, città, Babilonia

Leggi l’articolo in PDF