Rivista di filosofia
Journal of Philosophy
ISSN 2420-9775
Anno V, N. 14
Online 30/09/2019
Mimesis Edizioni

Cookie banner
Cookie Banner – CSS

Tra desiderio e paura.
L’abisso come Abgrund nello Zarathustra di Nietzsche
S. Venezia

The paper aims at analysing some aspects of the indissoluble connection between desire and fear, which structures the concept of abyss [Abgrund] in Nietzsche’s Zarathustra. In this text the Abgrund is not thought merely as an unfathomable [Unergründliches], i.e. as a lack of foundation – a bottomless to be understood as a chasm, a precipice –, but as a primary belonging to the event of the abyss. The only chance to be able to think this abyss is to investigate a new way of considering the concept of desire, no longer as an attempt to fill the void of a lack that arises from a sense of indigence, but as a creative drive of the will to power that arises from an excess of fullness and pushes to create despite the void.

KEYWORDS: Desire, Fear, Nietzsche, Zarathustra, Abyss

 

Il contributo analizza alcuni aspetti dell’indissolubile intreccio di desiderio e paura che struttura il concetto di abisso [Abgrund] così come viene sviluppato nello Zarathustra di Nietzsche. In questo testo l’Abgrund non viene pensato meramente come un senza-fondo [Unergründliches], ovvero come una mancanza di fondamento – una voragine, un precipizio –, ma come un’appartenenza primaria all’evento dell’abisso. L’unica possibilità di riuscire a pensare questo abisso è proprio indagare un nuovo modo di considerare il concetto di desiderio, non più come tentativo di riempire il vuoto di una mancanza che nasce da un senso di indigenza, ma come propulsione creatrice della volontà di potenza che nasce da un eccesso di pienezza e spinge a creare nonostante il vuoto.

PAROLE CHIAVE: Desiderio, Paura, Nietzsche, Zarathustra, Abisso

Leggi l’articolo in PDF