Rivista di filosofia
Journal of Philosophy
ISSN 2420-9775
Anno VII, N. 17
Online 31/03/2021
Immagine di copertina
di Bianca Roselli
Mimesis Edizioni

Cookie banner
Cookie Banner – CSS

Newsletter / Newsletter

Il verosimile come gioco di seduzione nei Frammenti di P. Pascali B. Cioce

Starting from the Anatomical Fragments of the artist Pino Pascali (1935-1968), we tried to investigate the concept of verisimilitude suggested by them. We analyzed the peculiarity of the image as a fragment, as a sampling or a portion of reality. With reference to various critical readings of Pascal’s works, we highlighted the intrinsic ‘seductive’ vocation of the Fragments. Finally, the article underlines the particular meaning of ‘seduction’ in this context, as a category not only descriptive of artworks, but also of a peculiar kind of knowledge and way of relating to reality.

KEYWORDS: Pino Pascali, Contemporary art, Fragments, Seduction, verisimilitude

 

A partire dai Frammenti anatomici dell’artista Pino Pascali (1935-1968), abbiamo cercato di indagare il concetto di verosimiglianza da essi suggerito. Abbiamo analizzato la caratteristica dell’immagine come frammento, come prelievo di una porzione di realtà. Ricorrendo ad alcune letture critiche delle opere pascaliane, siamo giunti a mettere in luce l’intrinseca vocazione ‘seduttiva’ dei frammenti pascaliani. Nell’articolo viene messo in evidenza, inoltre, il particolare significato di ‘seduzione’ in questo contesto, come categoria descrittiva non soltanto delle opere d’arte, ma anche di una peculiare modalità di conoscenza e di rapporto con la realtà.

PAROLE CHIAVE: Pino Pascali, arte contemporanea, frammenti, seduzione, verosimiglianza

Leggi l’articolo in PDF