Rivista di filosofia
Journal of Philosophy
ISSN 2420-9775
Anno VII, N. 18, Vol. I
ed. by G. B. Adesso, A. Caputo Online 11/11/2021
Immagine di copertina
di Bianca Roselli
Mimesis Edizioni

Cookie banner
Cookie Banner – CSS

Identità politica prospettica G. H. Taylor

In this essay, George Taylor tries to show that the thread of the imaginary offers the realm of the possible, something not escapist but through effort something sought to be put into practice, to be realized. A prospective political identity is what we are not yet rather than what we are not, something in process – if always in process – of achievement. By changing our imagination, we alter our existence. Taylor attempts to show more concretely through application of Ricoeur’s reflections on the operation of metaphor and narrative how the goals of a prospective political identity can be advanced and lead to what Ricoeur called the goal of political hospitality.

KEYWORDS: Prospective, Political identity, Imaginary, Metaphor, Hospitality

 

In questo saggio George Taylor cerca di mostrare che il filo dell’immaginario offre il regno del possibile. E questo non innesca necessariamente fughe, ma chiede uno sforzo per essere messo in pratica, realizzato. Una identità politica prospettica è qualcosa che noi non siamo ancora (piuttosto che qualcosa che non siamo); qualcosa che è in divenire – e sempre in divenire – per essere realizzata. Cambiando la nostra immaginazione, modifichiamo la nostra esistenza. Taylor cerca di mostrare concretamente, attraverso l’applicazione delle riflessioni di Ricoeur relative alla metafora e alla narrazione, come gli obiettivi di una identità politica prospettica possano essere portati avanti e come possano portare a ciò che Ricoeur stesso ha chiamato ‘ospitalità politica’.

PAROLE CHIAVE: prospettiva, identità politica, immaginazione, metafora, ospitalità

Leggi l’articolo in PDF