Rivista di filosofia
Journal of Philosophy
ISSN 2420-9775
Anno V, N. 13
Online 29/03/2019
Mimesis Edizioni

Cookie banner
Cookie Banner – CSS

Newsletter / Newsletter

Le pur et l’impur di Vladimir Jankélévitch L. PARENTE

La traduzione italiana del testo Le pur et l’impur di Vladimir Jankélévitch ci permette di riscoprire e approfondire aspetti della filosofia morale del filosofo francese. La volontà è quella di abbandonare le rigide categorie di purezza e di impurezza, la sedimentata dicotomia tra bene e male, in vista di una pratica della vita contaminata, della vita che si realizza costituzionalmente – a partire da se stessi – nell’alterità. Nessuno spazio per il ‘confusionismo’, nessuna possibilità di ‘relativismo’ morale nella proposta: riabilitare le coscienze ad un movimento capace di trasformare questa esistenza in maniera benevola. In uno stile inconfondibile e un linguaggio filosofico che si realizza anche attraverso suoni e immagini, Jankélévitch si confronta con la storia del pensiero occidentale e, rinunciando a qualsiasi santità perduta, ricostruisce lo spazio d’azione che, nell’ineffabilità del ‘momento propizio’, permette di andare incontro all’altro, comprenderlo e quindi amarlo.

Scarica PDF