Rivista di filosofia
Journal of Philosophy
ISSN 2420-9775
Anno VI, N. 15
Online 31/03/2020
Mimesis Edizioni

Cookie banner
Cookie Banner – CSS

Ricœur, la narrazione e il giusto G. H. TAYLOR

Building on Paul Ricœur’s theories of narrative and legal judgment, George Taylor’s essay argues that determination of the just remains an ongoing task of contingent judgment. Just as narrative transforms a sedimented tradition to incorporate the new and discordant through innovation, so does legal judgment require supplementation and correction of an existing legal principle as that principle is applied to a new set of facts. Legal logic is not a matter of inevitability but of human choice, human judgment, and human creativity. We can look back on the evolution of human notions of justice and see logic in its development, but the logic could have developed quite differently.

KEYWORDS:  Legal Hermeneutics, Justice, Contingency, Imagination, Metaphor 

 

Lavorando sulle teorie ricœuriane della narrazione e del giudizio giuridico, il saggio di George Taylor sostiene che la determinazione del giusto rimane un compito permanente del giudizio in situazione. Così come la narrazione trasforma una tradizione sedimentata per incorporare ciò che è nuovo e discordante attraverso l’innovazione, così anche il giudizio giuridico richiede l’integrazione e la correzione di un principio giuridico esistente, nella misura in cui questo viene applicato ad una nuova serie di fatti. La logica giuridica non è il campo dell’inevitabilità, ma quello delle scelte umane, del giudizio umano, della creatività umana. Possiamo guardare all’indietro e, osservando l’evoluzione delle nozioni umane di giustizia, vedremo la logica del loro sviluppo: ma vedremo anche che questa logica averebbe potuto svilupparsi in modo molto diverso.

PAROLE CHIAVE: Ermeneutica giuridica, giustizia, contingenza, immaginazione, metafora

Scarica PDF