Rivista di filosofia
Journal of Philosophy
ISSN 2420-9775
Anno V, N. 13
Online 29/03/2019
Mimesis Edizioni

Cookie banner
Cookie Banner – CSS

Newsletter / Newsletter

Ermeneutica, fenomenologia e teologia M. CHIODI

This short reflection is developed in three steps. First I want to rethink the constitutive relationship between phenomenology and hermeneutics that Ricœur propose to identify. In this nexus he thoroughly examines the original access implied in every form of human knowledge, as this cannot be thought if not as the act in which human being interprets his/her personal experience in the constitutive bond that he/she has with the relationship with the other. This methodology of knowledge, of every knowledge, is the structure that ties together philosophy and theology. Before reaching this conclusion, I’ll compare the practical way in which Ricœur utters the dialectical relationship between the two hermeneutics: philosophy and theology.

KEYWORDS: Ricœur, Gadamer, Husserl, Hermeneutics, Theology

 

In questa breve riflessione mi propongo di sviluppare tre passaggi. Anzitutto vorrei rimettere a tema il rapporto costitutivo che Ricœur propone di individuare tra la fenomenologia e l’ermeneutica. In questo nesso egli tematizza molto bene l’accesso originario implicato in ogni forma del sapere umano, in quanto questo non può essere pensato se non come l’atto in cui il soggetto interpreta la sua esperienza personale nel costitutivo rapporto che essa ha con la relazione con l’altro. Questa metodologia del sapere, di ogni sapere, è la struttura che accomuna filosofia e teologia. Prima di raggiungere questa conclusione, confronterò il modo concreto in cui Ricœur, da parte sua, articola il nesso dialettico tra le due ermeneutiche: filosofia e teologia.

PAROLE CHIAVE: Ricœur, Gadamer, Husserl, ermeneutica, teologia

Scarica PDF