Rivista di filosofia
Journal of Philosophy
ISSN 2420-9775
Anno V, N. 14
Online 30/09/2019
Mimesis Edizioni

Cookie banner
Cookie Banner – CSS

Spielraum. Il gioco come rapporto libero col mondo P. AMOROSO, G. DE FAZIO

The paper attempts to read the theme of Play through the Merleau-Ponty’s concept of Spielraum. We argue that this concept allows a non-dialectical reading of the theme, through a complementarity structure that includes Seriousness and Play. The aim of the paper is to argue that Play sets an original and ontological field, the Spielraum indeed, where subject and object are included and co-determined. We start from Frederik J.J. Buytendijk’s studies on Play to demonstrate the non-deterministic structure of Play and its ontological relevance. We also suggest some consonances with other thinkers such as Deleuze and Nietzsche.

KEYWORDS: Merleau-Ponty, Buytendijk, Ontology, Body, Play

 

L’articolo tenta una tematizzazione del gioco attraverso il concetto merleau-pontyano di Spielraum. Riteniamo che questo concetto permetta una lettura non dialettica del tema, indagato attraverso una struttura di complementarità, che include gioco e serio. Obiettivo dell’articolo è sostenere che il gioco costituisca un campo originario ontologico, lo Spielraum appunto, ove soggetto e oggetto sono inclusi e si co-determinano. Prendiamo le mosse dagli studi di Frederik J.J. Buytendijk per mostrare la struttura non-deterministica del gioco e la sua rilevanza ontologica. Suggeriamo, inoltre, alcune consonanze con altri pensatori, tra cui Deleuze e Nietzsche.

PAROLE CHIAVE: Merleau-Ponty, Buytendijk, ontologia, corpo, gioco

Scarica PDF