Rivista di filosofia
Journal of Philosophy
ISSN 2420-9775
Anno V, N. 14
Online 30/09/2019
Mimesis Edizioni

Cookie banner
Cookie Banner – CSS

La fotografia come atto di creazione inattuale M. PALMIERI

Maria Palmieri, a professional photographer, putting in dialogue Nietzsche and Deleuze with Susan Sontag and generally with some ‘current’ theories on the photography’s Art, shows how photography is not to be understood as a means to document a purely contingent and unrepeatable event, but as a medium totally ‘untimely’, because it allows us an ‘act of creation’ and therefore it allows us to enter into a dimension that transcends space and time, while using them as raw material. Some photographic works by Palmieri are published at the end of this essay, to demonstrate actually the thesis.

KEYWORDS: Untimely, Photography, Deleuze, Susan Sontag, Creation

 

Maria Palmieri, fotografa di professione, facendo dialogare Nietzsche e Deleuze con Susan Sontag e in generale con alcune ‘attuali’ teorie sull’arte della fotografia, mostra come la fotografia sia da intendere non come mezzo per documentare un evento esclusivamente contingente e irripetibile, ma come medium assolutamente inattuale, perché permette all’uomo di porre in essere un ‘atto di creazione’ e quindi di entrare in quella dimensione che trascende lo spazio e il tempo, pur utilizzandoli come materia prima. Alcune sue opere fotografiche chiudono la presentazione, dimostrando praticamente la tesi.

PAROLE CHIAVE: inattualità, fotografia, Deleuze, Susan Sontag, creazione

Leggi l’articolo in PDF