Rivista di filosofia
Journal of Philosophy
ISSN 2420-9775
Anno IV, N. 11
Online 30/06/2018
Mimesis Edizioni

Cookie banner
Cookie Banner – CSS

Philosophia Ludens per persone diversamente abili.
Schede introduttive, scenario della proposta e narrazione
A. Caputo

We present a possible inclusive application (for people with cognitive delays) of the model ‘Philosophia ludens’. The proposal is structured in three parts: 1) the didactic sheet (Introduction to philosophy); 2) some short theoretical and methodological indications; 3) the report of a educational experimentation. The goal is twofold: on the one hand to show the validity of the PhL method, which is clearly usable even for people with mental disabilities, on the other hand to provide teachers (support teachers and philosophy teachers) and to provide various socio-educational agencies (associations, aggregative agencies, etc.) tools to articulate involving and inclusive educational paths. It is a challenge, but also a certainty: philosophizing (as a practice of life) is really for everyone. And nobody is excluded or excludible from the possibility of thinking together and growing together.

KEYWORDS: Inclusive Education, Cognitive delay, Philosophia ludens, Introduction to philosophy, Play

 

Presentiamo una possibile applicazione inclusiva (per persone con ritardi cognitivi) del modello Philosophia ludens. La proposta si struttura in tre parti: 1) la scheda operativa di introduzione alla filosofia; 2) brevi indicazioni teoriche e metodologiche; 3) il resoconto di una sperimentazione svolta. L’obiettivo è duplice, da un lato mostrare la validità del metodo PhL, che è chiaramente utilizzabile anche per persone con disabilità mentale, dall’altro lato fornire agli insegnanti (di sostegno e di filosofia) o alle varie realtà socio-educative (associazioni, realtà aggregative, diurni, ecc.) strumenti per articolare proposte coinvolgenti e inclusive. E la consegna contemporaneamente di una scommessa-sfida e di una certezza. Che c’è una filosofia/vita che è davvero per tutti. E nessuno è escluso o escludibile dalla possibilità di pensare insieme e crescere insieme.

PAROLE CHIAVE: educazione inclusiva, ritardo cognitivo, Philosophia ludens, introduzione alla filosofia, gioco

Leggi l’articolo in PDF