Rivista di filosofia
Journal of Philosophy
ISSN 2420-9775
Anno IV, N. 10
Online 26/02/2018
Mimesis Edizioni

Cookie banner
Cookie Banner – CSS

L’arte dell’icona: filo-Sofia della bellezza in Pavel Florenskij M. Losapio

Art is one of the privileged ways of beauty. We know and recognize a work of art such as for the beauty that it expresses, indeed, we could say: beauty is what strikes us in a work of art. Well, in this paper, we want to approach a work of art in particular, a particular form of beauty through the thought of a particular philosopher. We try to present the icon as a work of art, to question its expressiveness in order to understand the meaning of the beauty behind it. And we immerse ourselves in this world of light and color through the thought of one of the greatest Russian philosophers, Pavel Aleksandrovic Florenskij.

KEYWORDS: Sofia, Beauty, Icon Art, Florenskij, Symbol

 

Uno dei canali privilegiati della bellezza è l’arte. Non possiamo negare di conoscere e riconoscere un’opera d’arte tale per la bellezza che esprime anzi, potremmo affermare, che è proprio la bellezza ciò che ci colpisce di un’opera d’arte. Ebbene, in questo piccolo intervento, vogliamo accostarci ad un opera d’arte in particolare, ad una forma della bellezza in particolare attraverso il pensiero di un filosofo in particolare. Tentiamo di tratteggiare l’icona come opera d’arte, di interrogare la sua stessa espressività per comprendere il significato della bellezza che ne è dietro e ci immergiamo in questo mondo di luce e colore attraverso il pensiero di uno dei massimi filosofi russi, Pavel Aleksandrovic Florenskij.

PAROLE CHIAVE: Sofia, bellezza, arte dell’icona, Florenskij, simbolo

Leggi l’articolo in PDF