Rivista di filosofia
Journal of Philosophy
ISSN 2420-9775
Anno IV, N. 12
Online 31/10/2018
Mimesis Edizioni

Cookie banner
Cookie Banner – CSS

Il ‘Chi’ dell’animale L. Romano

The history of philosophy has always denied the ‘who’ to non-human animals, that is has denied the self-perception (which man has of himself). Instead, in recent years, scientific and biological studies are affirming a capacity of non-human animals to perceive themselves, to use advanced languages, to lie and to structure complex social systems. What is the relationship today of philosophy with these discoveries?

KEYWORDS: Animality, Heidegger, Derrida, Descartes, Non-Human Animals

 

Attraverso la storia della filosofia si è, da sempre, negato, agli animali non umani, il chi, proprio dell’autopercezione dell’uomo di se stesso. Da diversi anni studi scientifici e biologici stanno affermando, invece, una capacità degli animali non-umani di percepire se stessi, di utilizzare linguaggi evoluti, di mentire e di strutturare sistemi sociali complessi. In che rapporto è la filosofia oggi con queste scoperte?

PAROLE CHIAVE: Animalità, Heidegger, Derrida, Descartes, Animali non-umani

Leggi l’articolo in PDF