Rivista di filosofia
Journal of Philosophy
ISSN 2420-9775
Anno V, N. 13
Online 29/03/2019
Mimesis Edizioni

Cookie banner
Cookie Banner – CSS

Le paure dell’Europa, l’Europa che fa paura L. Joffrin, G. Zanchini

The interview with Laurent Joffrin, one of the leading French journalists and interpreter of the political and economic situation in Europe, allows us to reflect on the Europe-fear combination. The interview helps us to ask several questions. Can we be afraid of Europe? Is there a Europe that is afraid and one that scare us? All questions that, in view of the upcoming political elections, can give us a hermeneutical focus on what is happening around us. From migratory movements to sovereign parties, Joffrin allows us to face Europe’s ‘hot spots’ in a clear and discursive way. In fact, thinking and rethinking Europe allows us to be less afraid of it.

KEYWORDS: Europe, Fear, Migratory Movements, Parties, Nations

 

L’intervista a Laurent Joffrin, uno dei maggiori giornalisti francesi e interprete della situazione politica ed economica dell’Europa, ci permette di riflettere sul binomio Europa-paura. L’intervista, svolta durante la XVII edizione dei Dialoghi di Trani, ci aiuta a mettere sul tavolo diverse domande. Si può avere paura dell’Europa? C’è un’Europa che fa paura? C’è un’Europa che ha paura? Tutte domande che, in vista delle prossime elezioni politiche, ci permettono di avere un focus ermeneutico su ciò che sta accadendo attorno a noi. Dai movimenti migratori ai partiti sovranisti, Joffrin ci permette di entrare in maniera chiara e discorsi-va sui ‘punti caldi’ dell’Europa. Perché pensare e ripensare l’Europa ci permette di averne un po’ meno paura.

PAROLE CHIAVE: Europa, paura, migrazioni, partiti, nazioni

Leggi l’articolo in PDF