Rivista di filosofia
Journal of Philosophy
ISSN 2420-9775
Anno V, N. 14
Online 30/09/2019
Mimesis Edizioni

Cookie banner
Cookie Banner – CSS

Dimenticando di dimenticare. Alcune osservazioni a partire dalla Seconda Inattuale di Nietzsche. A. Jensen

Through a close reading of Vom Nutzen und Nachteil der Historie für das Leben’s opening chapters, I want to argue that while memory is what functionally separates us from the animals, this is mostly to the detriment of the human race. Memory has three distinctive failings: ethical, psychological, and epistemological. But memory is not the only power involved in our recalling our pasts. Nietzsche treats forgetting as the complement to remembering, one that is in fact at least as important in health and growth of an individual. This flips two of the most firmly-rooted philosophical assumptions on their head: that Forgetting is the absence of the ability to remember, and that forgetting is actually a salubrious and even necessary faculty for the preservation and success of the human.

KEYWORDS: Forgetting, Memory, Remember, Nietzsche, Second Untimely

 

Leggendo attentamente i capitoli iniziali del testo Sull’utilità e il danno della storia per la vita, intendo sostenere la tesi che, sebbene la memoria sia ciò che ci separa in senso operativo dagli animali, ciò avvenga perlopiù a detrimento della specie umana. La memoria ha tre difetti caratteristici: uno di carattere etico, uno di carattere psicologico ed uno epistemologico. Ma la memoria non è l’unica forza coinvolta nel processo con cui rievochiamo il nostro passato. Nietzsche tratta il dimenticare come la parte complementare del ricordare, come una parte che è, in effetti, perlomeno altrettanto importante per la salute e la crescita dell’individuo. Il che rovescia due dei presupposti filosofici più saldamente radicati nella nostra testa: che il dimenticare sia l’assenza della capacità di ricordare, e che dimenticare non sia in realtà una facoltà salutare e persino necessaria per la preservazione e il successo dell’essere umano.

PAROLE CHIAVE: dimenticare, memoria, ricordare, Nietzsche, Seconda Inattuale

Leggi l’articolo in PDF