Rivista di filosofia
Journal of Philosophy
ISSN 2420-9775
Anno V, N. 14
Online 30/09/2019
Mimesis Edizioni

Cookie banner
Cookie Banner – CSS

Scrivere la storia storicamente A. Jensen

I wish to show in this paper that Nietzsche characterizes his own philosophical project as just such an attempt to make becoming ‘stand still’ in a way that corrects traditional historiography and yet satisfies the demands of both his dynamic ontology and perspectivalist epistemology. My strategy involves elucidating Nietzsche’s critique of scientific historiography’s ways of description and explanation as exemplifications of the problematic consequences of static ontology and empirical realist epistemology. I attribute to Nietzsche what I call a perspectival theory of explanation as it applies s specifically to historical judgment, with a theory of linguistic meaning more sensitive to the psychology of convincing than that borne out by logical deduction under covering laws. Finally, I show how this theory of perspectival theory of explanation within historiography functions as a model in Nietzsche’s 1887 Genealogie der Morals for interpreting past values dynamically through a dynamic form of subjectivity.

KEYWORDS: Nietzsche, History, Historiography, Writing, Perspectivism

 

Desidero mostrare in queste pagine che Nietzsche caratterizza il proprio progetto filosofico come un tentativo di ac-certare e stabilizzare il divenire, in un modo che da un lato corregge la storiografia tradizionale, dall’altro lato resta coerente con le esigenze proprie della sua ontologia dinamica e della sua epistemologia prospettica. Cercherò di chiarire perché Nietzsche critichi il metodo descrittivo ed esplicativo proprio della storiografia scientifica (e in realtà si tratta di una esemplificazione delle conseguenze problematiche dell’ontologia statica e dell’epistemologia empirico-realistica). Quindi mostrerò come in Nietzsche ci sia quella che io chiamo ‘una teoria della spiegazione’, che si applica specificamente al giudizio storico e che si connette ad una teoria del significato linguistico più legata alla psicologia della convinzione che alla deduzione logica (fatta a partire da leggi generali). Infine, mostrerò come questa teoria della ‘teoria prospettica della spiegazione’ nella storiografia funzioni come modello proprio nella Genealogia della morale di Nietzsche (1887), là dove serve per interpretare dinamicamente i valori del passato, attraverso una forma dinamica della soggettività.

PAROLE CHIAVE: Nietzsche, Storia, Storiografia, scrittura, prospettivismo.

Leggi l’articolo in PDF