Rivista di filosofia
Journal of Philosophy
ISSN 2420-9775
Anno VI, N. 16
Online 03/11/2020
Immagine di copertina
di Bianca Roselli
Mimesis Edizioni

Cookie banner
Cookie Banner – CSS

Newsletter / Newsletter

Una sperimentazione didattica sul bello in Platone.
Philosophia ludens per i Licei
G. Marinò

Games have always played a role of primary importance in life and in education of man since ancient times. The extraordinary potential that emerge during the game, if put at school education disposal, give rise to training based not only on knowledge but on skills. For this reason in this essay, we will carry the results of a playful educational experimentation, conducted in a third high school class, in which the students ‘got involved’ with Plato and the idea of Beauty; showing how philosophy can be concretely done.

KEYWORDS: Knowledge, skills, game, Philosophia ludens, Plato.

 

Il gioco ha sempre avuto un ruolo di fondamentale importanza nella vita e nell’educazione dell’uomo fin dall’antichità. Le straordinarie potenzialità che emergono in ciascun individuo durante il gioco, se messe a disposizione della didattica scolastica danno luogo ad una formazione basata non solo sulla conoscenza ma sulle competenze. Per questo motivo in questo articolo riportiamo i risultati di una sperimentazione di didattica ludica, condotta in una classe di terzo liceo, in cui gli studenti si sono ‘messi in gioco’ con Platone e l’idea di Bellezza, mostrando come sia possibile fare filosofia concretamente.

PAROLE CHIAVE: conoscenze, competenze, gioco, Philosophia ludens, Platone.

Leggi l’articolo in PDF